Novità

 

 

L'UOMO DEL FIUME

 

                                il nuovo libro di ZAP&IDA

Un ragazzo della Bassa che scopre il Po può essere travolto dal suo respiro selvaggio, ma se vi penetra guidato dall’«uomo del fiume», tutto si rivela per quello che è: vita, bellezza, forza, amicizia. Ora l’autore che è stato quel ragazzo ci racconta, con uno stile narrativo diretto e ironico, come ha potuto apprendere l’arte di vivere sull’acqua da uno di quei personaggi del fiume che non ci sono più. Lo fa anche attraverso le immagini disegnate col suo inconfondibile stile. Questa volta, però, non stanno lì per farci ridere delle miserie umane, ma per dirci che il mondo senza tempo del fiume vive ancora dentro di noi. 

 

Zap, mantovano, al secolo Vincenzo Zapparoli, nasce a Carbonara di Po (oggi Borgocarbonara) nel 1947. Umorista e vignettista, vive e lavora a Bologna. Ex bancario, dal 1988 si dedica completamente alla sua passione per la satira, la grafica pubblicitaria messa al servizio di importanti marchi italiani e al calembour (freddura creata con giochi di parole); collabora con periodici e quotidiani, tra i quali «La Repubblica» e «Il Resto del Carlino», e fa la sua apparizione in vari programmi televisivi (Rai Due, Rai Tre). Nel 1993 è Palma d’oro al 46° Salone internazionale dell’umorismo di Bordighera con il volume I Dubbi Atroci, mentre il suo titolo Jurassik Pork è tradotto all’estero. Decisivo l’incontro con Ida Cassetta, sua compagna di vita, che abbandona il mondo della critica d’arte per abbracciare quello dell’umorismo. Nasce così il sodalizio ZAP&IDA, che dà alle stampe numerose pubblicazioni, oltre a mettere in scena performance e  spettacoli  dove i due dispiegano tutto il loro estro grafico e umoristico. Dopo il successo del Vacabolario Zapparelli - dalla A alla G, esce Il Nuovissimo Zapparelli - Vaccabolario illustrato della lingua italiana dalla A alla Z, l’Agenda Umoristica Tiramisù e il Wikibolario del nuovo italiano. In àmbito narrativo dànno vita alla serie umoristico-poliziesca del commissario Amareno Fabbri: Passi (2014), Amareno Fabbri - Un commissario a Bologna (2016), Amareno e il Caso P.P.F. (2017). Prima del presente volume, l’autore torna alla narrazione delle sue esperienze giovanili in riva al Po con L’Aereo ad Acqua - Il piccolo conta (2001).